Multe

 

 

Richiesta archiviazione atti

A chi è rivolto: a coloro che richiedono un riesame di un atto per motivi legati a un errore della Pubblica Amministrazione, a un pagamento non pervenuto, a una causa di forza maggiore o ad altro giustificato motivo.

Cosa si ottiene: l’archiviazione in autotutela dell’atto da parte del Comune di Vercelli.

Come e dove si presenta la pratica:

Pec – email o direttamente presso l'Ufficio Protocollo in Piazza Municipio 5  entro i termini previsti dalla normativa di riferimento.

Termine per definizione della pratica:

entro massimo 30 giorni, salvo proroghe previste.

Costi: non previsti.

 

Richiesta rimborso

A chi è rivolto: a coloro che effettuano un versamento non dovuto o in misura maggiore al Comune di Vercelli

Cosa si ottiene: la restituzione della somma erroneamente versata

Come e dove si presenta la pratica:

Pec – email o direttamente presso il protocollo entro i termini previsti dalla normativa di riferimento.

Termine per definizione della pratica: non quantificabile: per quanto ci riguarda di norma entro 60 giorni viene inviato alla segreteria, poi la segreteria fa la determina, poi l’ufficio comunale preposto provvede al rimborso.

Costi: non previsti.

 

Richiesta accesso agli atti

A chi è rivolto: all’avente diritto che richiede di poter visionare o di ottenere copia di un atto o di altro documento attinente allo stesso.

Cosa si ottiene: La visione diretta, la copia fotostatica o l’immagine scansionata della documentazione richiesta.

Come e dove si presenta la pratica: Pec – email o direttamente presso il protocollo, entro i termini previsti dalla normativa di riferimento.

Termine per definizione della pratica: nel giro di pochi giorni e comunque non oltre 30 giorni, salvo proroghe previste.

Costi: Non previsti nel caso di visione o di rilascio di immagine digitale.

Previsti in caso di rilascio di copie cartacee in funzione del numero di fogli stampati pagabili presso lo sportello di tesoreria Comunale

 

Richiesta di rateazione

A chi è rivolto: a coloro che richiedono la possibilità di dilazionare la somma dovuta in relazione a un debito legato a una sanzione amministrativa.

Cosa si ottiene: un piano rateale di pagamento di una certa somma

Come e dove si presenta la pratica: Pec – email o direttamente presso il protocollo entro i termini previsti dalla normativa di riferimento.

Termine per definizione della pratica: entro 30 giorni dalla consegna della richiesta.

Costi: non previsti.

 

Pagamento verbali / avvisi di accertamento di violazione

Il pagamento dei verbali e degli avvisi di accertamento di violazione può avvenire:

Avvalendosi di bollettino di conto corrente postale allegato ai verbali e ai preavvisi di accertamento in qualsiasi ufficio postale.

Presso la Tesoreria Comunale: BIVERBANCA via S. Cristoforo 9 - Vercelli.

A mezzo bonifico bancario, indicando i dati del verbale e la targa del veicolo, su conto corrente IBAN IT91X0609022308000052666620 intestato a Comune di Vercelli.

NON E' POSSIBILE PROCEDERE AL PAGAMENTO DELLE SANZIONI PRESSO IL COMANDO DI POLIZIA MUNICIPALE.

Si ricorda che la notificazione degli atti non contestati immediatamente al trasgressore deve avvenire entro 90 giorni dalla data di accertamento della violazione.

Ricorso

Con il ricorso, il cittadino contesta la violazione che gli è stata addebitata.

Il ricorso avverso verbali di infrazione ai Regolamenti Comunali deve essere proposto al Dirigente del Settore indicato nel verbale stesso entro il termine di 30 giorni dalla data di contestazione o di notificazione.

vverso i verbali di accertamento di violazione, e non dunque avverso i preavvisi di accertamento (nel caso di preavvisi di accertamento bisogna attendere la notifica del conseguente verbale) può essere proposto ricorso al Prefetto di Vercelli entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale. Il ricorso, in carta libera, può essere indirizzato o consegnato direttamente in Prefettura dal trasgressore, oppure può essere indirizzato al Prefetto e consegnato al Comando di Polizia Municipale, Ufficio Verbali, che ne curerà l' inoltro.

In alternativa al ricorso al prefetto può essere proposta opposizione innanzi al Giudice di Pace di Vercelli, depositando gli atti, direttamente presso la Sua cancelleria in via Feliciano di Gattinara, n.12 sempre nel termine di 30 giorni dalla contestazione/ notificazione.

 

INFORMAZIONE AI CITTADINI

Il Corpo Polizia Locale della Città di Vercelli ha in dotazione delle apparecchiature che, sempre in presenza degli agenti accertatori e sotto il loro attento uso, permettono la documentazione delle infrazioni al Codice della Strada fornendo una ripresa fotografica e/o video del veicolo oggetto della violazione, documentazione che ha il solo fine di complemento all’accertamento che rimane sempre e solo di competenza dell’agente di polizia locale, apparecchiature tutte dotate di apposita e specifica omologazione ministeriale qualora richiesta.

L’utilizzo di tali sistemi avviene nel pieno rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196) e in particolare:

  • i sistemi sono utilizzati per la raccolta dei soli dati pertinenti la violazione. L'angolo di visuale delle riprese è impostato in modo da non raccogliere immagini non pertinenti. Gli stessi sistemi, quando necessario, utilizzano automatismi al fine di rendere non dettagliate le immagini e di garantire il perseguimento delle finalità istituzionali del titolare i diritti di privacy;
  • le risultanze fotografiche o le riprese video individuano unicamente gli elementi previsti dalla normativa di settore per la predisposizione del verbale di accertamento delle violazioni (targa – veicolo – segnaletica stradale);
  • la ripresa del veicolo non comprende la porzione delle risultanze video/fotografiche riguardanti soggetti non coinvolti nell'accertamento amministrativo (es., pedoni, altri utenti della strada) ed in caso risultassero riprese persone e/o oggetti non pertinenti la violazione, questi sono immediatamente ed in modo automatico sfocati al fine di impedirne un eventuale riconoscimento;
  • le risultanze fotografiche e/o le riprese video rilevate sono utilizzate solo per documentare le violazioni delle disposizioni in materia di circolazione stradale anche in fase di contestazione, ferma restando la loro accessibilità da parte degli aventi diritto;
  • le immagini sono conservate per il periodo di tempo strettamente necessario in riferimento alla contestazione, all'eventuale applicazione di una sanzione e alla definizione del possibile contenzioso in conformità alla normativa di settore, fatte salve eventuali esigenze di ulteriore conservazione derivanti da una specifica richiesta investigativa dell'autorità giudiziaria o di polizia giudiziaria;
  • le fotografie o le immagini che costituiscono fonte di prova per le violazioni contestate non sono inviate d'ufficio al domicilio dell'intestatario del veicolo unitamente al verbale di contestazione, ferma restando la loro accessibilità agli aventi diritto;
  • in considerazione del legittimo interesse dell'intestatario del veicolo di verificare l'autore della violazione e, pertanto, di ottenere dalla competente autorità ogni elemento a tal fine utile, la visione della documentazione video-fotografica è resa disponibile a richiesta del destinatario del verbale;
  • le immagini e/o i filmati di cui alla presente comunicazione sono trattate esclusivamente dagli agenti accertatori e da coloro che, per ragioni di servizio, ne sono espressamente autorizzati.
Sezioni o servizi collegati: 
Ultima modifica: 29 Apr 2017 - 10:33