Restauro e risanamento conservativo

art. 3, comma 1, lettera c) del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i. 

 

Descrizione

Interventi edilizi rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentano anche il mutamento delle destinazioni d'uso purché con tali elementi compatibili, nonché conformi a quelli previsti dallo strumento urbanistico generale e dai relativi piani attuativi. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l'inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell'uso, l'eliminazione degli elementi estranei all'organismo edilizio.


Procedura amministrativa

Qualora gli interventi di restauro e risanamento conservativo riguardino le parti strutturali dell'edificio (cosiddetto “restauro e risanamento conservativo pesante”) prima dell’esecuzione di tali interventi è obbligatoria la compilazione e l’inoltro telematico della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)  ai sensi dell’art. 22 del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i.

Qualora gli interventi di restauro e risanamento conservativo non riguardino le parti strutturali dell'edificio (cosiddetto “restauro e risanamento conservativo leggero”) prima dell’esecuzione di tali interventi è obbligatoria la compilazione e l’inoltro telematico della Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA) ai sensi dell’art. 6-bis del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i..


Modelli di istanza

Per il cosiddetto “restauro e risanamento conservativo pesante” gli interessati devono presentare Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) attraverso il Sistema MUDE Piemonte.

Per il cosiddetto “restauro e risanamento conservativo leggero” gli interessati devono presentare Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA) attraverso il Sistema MUDE Piemonte.


Diritti di segreteria

  • Per il cosiddetto “restauro e risanamento conservativo pesante”: € 52,00, con ricevuta di avvenuto pagamento da allegare all’istanza
  • Per il cosiddetto “restauro e risanamento conservativo leggero”: non dovuti

Modalità di pagamento

  • Versamento diretto allo sportello della Tesoreria Comunale (presso BIVERBANCA, Via S. Cristoforo 9 - VERCELLI )
  • Versamento mediante bonifico bancario intestato alla Tesoreria del Comune di Vercelli IBAN   IT91X0609022308000052666620 (BIVERBANCA – Via Carso 15 - BIELLA)
  • Versamento mediante bollettino di c/c postale n.15689136 – intestato a Comune di Vercelli

Marca da bollo

non necessaria

Ultima modifica: 29 Nov 2017 - 17:18