Ristrutturazione edilizia

art. 3, comma 1, lettera d) del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i. 

 

Descrizione

Interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente. Tali interventi comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell'edificio, l’eliminazione, la modifica e l'inserimento di nuovi elementi ed impianti. Nell’ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia sono ricompresi anche quelli consistenti nella demolizione e ricostruzione con la stessa volumetria preesistente, fatte salve le sole innovazioni necessarie per l'adeguamento alla normativa antisismica nonché quelli volti al ripristino di edifici, o parti di essi, eventualmente crollati o demoliti, attraverso la loro ricostruzione, purché sia possibile accertarne la preesistente consistenza. Rimane fermo che, con riferimento agli immobili sottoposti a vincoli ai sensi del D. Lgs n. 42/2004 e successive modificazioni, gli interventi di demolizione e ricostruzione e gli interventi di ripristino di edifici crollati o demoliti costituiscono interventi di ristrutturazione edilizia soltanto ove sia rispettata la medesima sagoma dell'edificio preesistente.


Procedura amministrativa

Qualora gli interventi di ristrutturazione edilizia corrispondano a quelli indicati all'articolo 10, comma 1, lettera c) del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i., (cosiddetta “ristrutturazione pesante”) ovvero:

  • interventi che portano ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportano modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti;
  • interventi che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comportano mutamenti della destinazione d’uso, nonché modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli ai sensi del D. Lgs n. 42/2004 e s.m.i.;

prima della loro esecuzione è obbligatoria la compilazione e l’inoltro telematico della Segnalazione Certificata di Inizio Attività in Alternativa al Permesso di Costruire (SCIA)  ai sensi dell’art. 23 del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i. o l’inoltro (telematico o su supporto cartaceo a facoltà del richiedente) della richiesta del Permesso di Costruire, ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i.

Qualora gli interventi di manutenzione straordinaria siano diversi da quelli indicati all'articolo 10, comma 1, lettera c) del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i. , (cosiddetta “ristrutturazione edilizia semplice o leggera”) prima dell’esecuzione di tali interventi è obbligatoria la compilazione e l’inoltro telematico della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)  ai sensi dell’art. 22 del DPR n. 380/2001 e s.m.i.


Modelli di istanza

Per la cosiddetta “ristrutturazione pesante” gli interessati devono presentare in alternativa:

Per la cosiddetta “ristrutturazione edilizia semplice o leggera” gli interessati devono presentare Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) attraverso il Sistema MUDE Piemonte.


Diritti di segreteria

  • Per la cosiddetta “ristrutturazione pesante”

in caso di presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività in Alternativa al Permesso di Costruire (SCIA): € 80,00, con ricevuta di avvenuto pagamento da allegare all’istanza;

in caso di presentazione della richiesta di Permesso di Costruire: € 120,00, con ricevuta di avvenuto pagamento da allegare all’istanza;

  • Per la cosiddetta “ristrutturazione edilizia semplice o leggera”: € 52,00, con ricevuta di avvenuto pagamento da allegare all’istanza

Modalità di pagamento

  • Versamento diretto allo sportello della Tesoreria Comunale (presso BIVERBANCA, Via S. Cristoforo 9 - VERCELLI )
  • Versamento mediante bonifico bancario intestato alla Tesoreria del Comune di Vercelli IBAN  IT91X0609022308000052666620 (BIVERBANCA – Via Carso 15 - BIELLA)
  • Versamento mediante bollettino di c/c postale n.15689136 – intestato a Comune di Vercelli

Marca da bollo

  • in caso di presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività in Alternativa al Permesso di Costruire o della Segnalazione Certificata di Inizio Attività: non necessaria;
  • in caso di presentazione della richiesta di Permesso di Costruire occorrono n. 2 marche da bollo del valore di € 16,00 ai sensi della normativa vigente (1 da allegare all'istanza e 1 da consegnare prima del ritiro del Permesso)
Ultima modifica: 4 Dic 2017 - 12:11