Famiglie in difficoltà causa COVID 19- Contributi straordinari

30 Luglio 2020

A partire da venerdì 30 luglio e fino al 31 agosto i nuclei familiari residenti nel Comune di Vercelli che, a seguito dell'emergenza sanitaria nel periodo da marzo a giugno 2020, si trovano in  disagio economico possono presentare domanda per l'erogazione di contributi straordinari.

L'istanza potrà essere presentata in modalità veloce e semplice utilizzando "Filo Diretto con il cittadino", previa registrazioneClicca qui per accedere e compilare la domanda, o utilizzando il modulo scaricabile negli allegati in questa pagina seguendo le istruzioni.

AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI  A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTA' ECONOMICA A CAUSA  DELL'EMERGENZA SANITARIA PER COVID-19

L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

A seguito dell’emergenza sanitaria per la diffusione sul territorio nazionale del virus Covid-19 sono emerse situazioni di grave difficoltà economica dovute all’interruzione nel periodo marzo-giugno 2020 delle attività economiche e produttive, di erogazione di servizi ecc… che hanno causato per molte famiglie riduzioni del reddito da lavoro dovute a:

- Disoccupazione;

- Cassa integrazione ordinaria e straordinaria;

- Mancato rinnovo di contratti di lavoro a tempo determinato, a chiamata, stagionali,

ecc..;

- Interruzione di tirocini lavorativi, cantieri di lavoro;

- Chiusura attività autonome (artigiani, commercianti, liberi professionisti, ecc..);

Preso atto del provvedimento  della Giunta Comunale n. 176 del 17.07.2020 ad oggetto: “Contributi straordinari a sostegno delle famiglie in situazione di difficoltà economica a causa dell'emergenza sanitaria per COVID-19”

 

RENDE NOTO

che è stata disposta l’attivazione di interventi economici straordinari a favore delle famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria per Covid-19 volti a:

• evitare, per gli alloggi di edilizia privata, il verificarsi di nuove situazioni di emergenza abitativa dovuta a sfratti per morosità per mancato pagamento di canoni di locazione e/o spese condominiali o esecuzioni immobiliari;

• evitare il depotenziamento o il distacco per morosità delle utenze domestiche;

• garantire alle famiglie con minori che non abbiano già percepito analogo intervento erogato dall’INPS (bonus baby sitter) una compartecipazione al pagamento delle spese sostenute per attività educative o ludico ricreative (centri estivi privati, baby sitter, ecc..);

• fornire la possibilità di effettuare spese indispensabili ed indifferibili documentate (spese sanitarie, spese per beni di prima necessità, finanziamenti per beni necessari, ecc..).

 

REQUISITI DA POSSEDERE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

 

Possono accedere ai suddetti interventi i nuclei residenti nel Comune di Vercelli che abbiano subito dal mese di marzo 2020 una riduzione del reddito familiare a seguito di:

- licenziamento intervenuto negli ultimi 6 mesi;

- attivazione Cassa integrazione ordinaria e straordinaria;

- mancato rinnovo di contratti di lavoro a tempo determinato a chiamata, stagionali, ecc..;

- interruzione di tirocinio lavorativo, cantiere di lavoro;

- chiusura attività autonoma (artigiani, commercianti, liberi professionisti, ecc..);

e abbiano un saldo dei conti correnti bancari e/o postali e di eventuali depositi titoli, al 30.06.2020, inferiore a euro 2.000,00 per persona e comunque fino a ad un massimo di euro 6.000,00 per nucleo familiare;

 

MODALITA’ PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

 

Gli interessati, in possesso dei requisiti indicati al punto precedente, potranno presentare istanza utilizzando il modello di domanda predisposto dal Servizio sociale scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Vercelli oppure ritirabile presso lo sportello del Settore Politiche Sociali sito in Piazza Municipio n. 9 nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

 

Si specifica che:

- la domanda potrà essere presentata da un solo componente del nucleo familiare anagrafico;

- i richiedenti potranno richiedere il contributo per una sola delle tipologie previste ed indicate nella premessa del presente avviso;

 

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

 

Ai fini dell’ammissibilità all’istanza dovrà essere allegata specifica documentazione da cui si possa rilevare:

- la riduzione del reddito familiare (es. buste paga, lettera di attivazione della cassa integrazione, dichiarazioni del datore di lavoro o del commercialista, comunicazione attestante il mancato rinnovo contrattuale, l’interruzione del tirocinio, la chiusura dell’attività autonoma, ecc..);

- la consistenza dei conti correnti bancari e/o postali e/o dei depositi titoli al 30.06.2020 (es. estratti conto da cui emerga il saldo);

 

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

 

Le domande debitamente compilate e correlate della documentazione prevista dovranno essere presentate dalle ore 9.00 del giorno 30.07.2020 alle ore 12.00 del 31.08.2020  secondo le seguenti modalità:

  • compilando l’apposito modulo disponibile sul sito istituzionale del Comune di Vercelli nella sezione “Sportello OnLine del Comune”;
  • mediante consegna all’Ufficio Protocollo sito al piano terra del Palazzo Municipale, Piazza Municipio n. 5.

 

Le domande che perverranno successivamente al termine suindicato non verranno esaminate.

 

PUNTEGGI E MODALITA’ PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA

 

Al fine dell’attribuzione dei punteggi  dovranno essere dichiarati:

  • L’ammontare dei redditi netti percepiti nell’anno 2019 da tutti i componenti del nucleo famigliare;
  • Il reddito netto complessivo familiare  percepito nei mesi di marzo-aprile-maggio 2020;
  • Eventuale presenza nel nucleo famigliare di persone con invalidità riconosciuta pari o superiore al 74% e/o con riconoscimento della condizione di gravità ai sensi della L. 104/1992;
  • Il reddito complessivo percepito dal nucleo famigliare nel mese di luglio 2020.

 

Si precisa che dovranno essere dichiarati i redditi percepiti da tutti i componenti il nucleo famigliare derivanti da: lavoro dipendente, autonomo, pensioni e relative indennità (accompagnamento e rendite INAIL), ammortizzatori sociali erogati dall’I.N.P.S. (Naspi, cassa integrazione ordinarie e straordinaria, assegno di maternità) assegni di mantenimento, Reddito di Cittadinanza, R.e.i. ecc..

 

Al termine del periodo di presentazione delle domande, a seguito della relativa istruttoria da parte del personale del Servizio Sociale, sarà redatta specifica graduatoria in relazione ai sotto indicati criteri e punteggi:

 

1) Punteggio assegnabile in relazione al reddito annuo netto pro-capite 2019 (reddito netto complessivo diviso il numero di componenti del nucleo):

- Reddito pro-capite da euro 0 a euro 2.500,00 Punti 5

- Reddito pro-capite da euro 2.500,01 ad euro 4.000,00 Punti 4

- Reddito pro-capite da euro 4.000,01 ad euro 5.500,00 Punti 3

- Reddito pro-capite da euro 5.500,01 ad euro 7.000,00 Punti 2

- Reddito pro-capite da euro 7.000,01 ad euro 8.500,00 Punti 1

 

2) Punteggio assegnabile in relazione alla percentuale di riduzione del reddito netto complessivo familiare (reddito marzo-aprile-maggio 2020 rispetto alla media mensile del reddito dell’anno 2019):

- Riduzione dal 91% a 100% rispetto alla media mensile del reddito 2019 Punti 5

- Riduzione dal 71% a 90% rispetto alla media mensile del reddito 2019 Punti 4

- Riduzione dal 51% a 70% rispetto alla media mensile del reddito 2019 Punti 3

- Riduzione dal 31% a 50% rispetto alla media mensile del reddito 2019 Punti 2

- Riduzione dal 20% a 30% rispetto alla media mensile del reddito 2019 Punti 1

 

3) Punteggio assegnabile in relazione alla composizione del nucleo familiare:

- Presenza nel nucleo familiare di persona con invalidità riconosciuta pari o superiore al 74% e/o con riconoscimento della condizione di gravità ai sensi della L. 104/1992 Punti 1 per ogni invalido

- Presenza nel nucleo familiare di minori da 0 a 3 anni Punti 2 per ogni minore

- Presenza nel nucleo familiare di minori da 4 a 12 anni Punti 1 per ogni minore

 

Si precisa che ai fini della composizione della graduatoria, a parità di punteggio, costituiscono criteri di priorità nell’assegnazione dei contributi a parità di punteggio nell’ordine:

• minor reddito pro-capite a diposizione dei componenti del nucleo calcolato suddividendo il reddito complessivo relativo al mese di luglio 2020 per i componenti del nucleo;

• non aver percepito negli ultimi 5 mesi altri contributi a sostegno del reddito (reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, contributi economici emergenza Covid, assistenza economica comunale, ecc…);

 

ENTITA’ E EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI

 

A seguito della formazione della graduatoria il Servizio Sociale, procederà alla valutazione della situazione di bisogno del richiedente, considerata anche in relazione alla documentazione presentata e provvederà alla graduazione economica e alla definizione della durata di ciascun intervento tenendo in considerazione i seguenti limiti:

- per emergenza abitativa: contributi fino ad € 400,00 al mese per 3 mesi;

- per utenze domestiche: contributi fino ad € 1.500,00 erogabili anche in una sola soluzione;

- per sostegno alle famiglie con minori 0-12 anni per attività educative e ludico ricreative: contributi fino ad € 400,00 al mese per ogni minore e sino a un massimo complessivo di € 1.200,00 per nucleo familiare;

- per spese indispensabili ed indifferibili documentate: contributi fino ad € 800,00 erogabili anche in un’unica soluzione.

 

CONTROLLI E SANZIONI

 

Il Comune di Vercelli in  base all’art.71 del D.P.R. n.445/2000 effettuerà idonei controlli a campione e in tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese dagli interessati ai fini della partecipazione al presente avviso.

Anche successivamente alla pubblicazione della graduatoria il Comune di Vercelli si riserva di trasmettere all’autorità giudiziaria competente gli elenchi degli aventi diritto, relativamente ai casi che lo stesso ritenga oggetto di più attenta valutazione.

In caso di dichiarazioni mendaci si provvederà alla denuncia all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 76 del DPR n. 445/00.

Ferme restando le sanzioni penali previste all’art. 76 del D.P.R. 445/2000, qualora dal controllo emerga la non veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese, il dichiarante decade dai benefici conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera e l’Amministrazione procederà a recuperare le somme indebitamente percepite.

 

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI (REGOLAMENTO UE 2016/679 DEL 27 APRILE 2016)

 

In relazione ai dati personali trattati dal personale del Settore Politiche Sociali, ai sensi dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016,  si informa che:

  • Il Titolare del trattamento dei dati personali di cui al presente avviso è il Comune di Vercelli, con sede legale in Vercelli, Piazza Municipio 5.
  • Il Comune di Vercelli ha designato quale Responsabile della protezione dei dati il Dott. Paoli Stefano - e-mail: stefano.paoli@centrostudientilocali.it – PEC: studiopaoli.s@pec.it – Cell.: +39.347.684.388.5.
  • i dati personali sono trattati per le finalità istituzionali assegnate al Comune ed il trattamento è necessario per l'esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all'esercizio di pubblici poteri; gli uffici acquisiscono unicamente i dati obbligatori per l’avvio e la conclusione della procedura di cui al presente bando/avviso;
  •  il trattamento avviene sia in forma cartacea/manuale che con strumenti elettronici/informatici;
  •  il trattamento viene svolto in osservanza di disposizioni di legge o di regolamento per - adempiere agli obblighi ed alle facoltà ivi previsti in capo agli enti locali;
  • vengono trattati i dati indicati nel bando/avviso;
  •  la comunicazione dei dati a terzi soggetti avviene sulla base di norme di legge o di regolamenti;
  • i dati vengono conservati per la durata prevista dalla vigente normativa in materia di conservazione dati/documenti cartacei/digitali della pubblica amministrazione;
  • il mancato conferimento dei dati al Comune possono comportare l’impossibilità alla partecipazione al bando/avviso;
  • il trattamento dei dati è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza, nel rispetto della riservatezza degli stessi;
  • gli interessati (ossia le persone fisiche cui si riferiscono i dati personali) hanno il diritto all’accesso ai dati, alla rettifica, alla limitazione o opposizione al trattamento per motivi legittimi ed espressi, a presentare reclamo all’Autorità Garante della privacy;
  •  la pubblicazione dei dati personali avviene nei casi e con i limiti previsti dalla vigente normativa.

Il Responsabile del procedimento di cui al presente avviso e delle procedure ad esso conseguenti è il Dirigente del Settore Politiche Sociali del Comune di Vercelli, con sede in Piazza Municipio n. 9 – tel. 0161.596512 mail: segr.polsoc@comune.vercelli.it.

AllegatoDimensione
Domanda editabile19.84 KB