Progetto Dedalo: 28 settembre, al Teatro Civico, si terrà il seminario "La città che cura con la cultura"

17 Settembre 2021

Sono stati presentati a Palazzo di Città, nel corso di una conferenza stampa, gli appuntamenti autunnali di “Dedalo, volare sugli anni”, il progetto voluto da ASL Vercelli, Comune di Vercelli e Università del Piemonte Orientale con un partenariato di associazioni e soggetti pubblici e privati sempre più ampio. 

"Il Progetto Dedalo è di grandissma importanza per la città - dichiara il Sindaco Avv. Andrea Corsaro - organizza una serie di iniziative che da anni coinvolgono numerosi attori del territorio, con un'idea di fondo comune, ossia il benessere dei cittadini a tutto tondo. E' una soddisfazione vedere che il Progetto sta crescendo e coinvolge un numero di persone sempre maggiore".

Anche il Rettore dell'Università degli Studi del Piemote Orientale Professor Giancarlo Avanzi, spiega come la progettualità generale dell'UPO sia in linea ed in continuità con Dedalo, tanto che "Aging Project", il progetto di eccellenza del Dipartimento di Medicina Traslazionale dell’Università del Piemonte Orientale si propone di affrontare la sfida, scientifica e sociale, dell’invecchiamento; inoltre, nascerà il  Dipartimento per lo sviluppo sostenibile e la transizione ecologica, che avrà sede a Vercelli.

"I progetti che si occupano di miglioramento della qualità della vita e della salute intesa in senso più ampio, inclusivo, sono centrali per promuovere la cultura del benessere psico-fisico della persona - dice il Direttore Generale dell'ASL Eva Colombo -  non solo cura è molto importante, ma anche la prevenzione e la qualità della vita".

E' la volta del Professor Fabrizio Faggiano, tra gli ideatori di Dedalo, che ha spiegato il nuovo filone del progetto, che ha lo slogan "La città che cura con la cultura": studi recenti dicono che l'impatto della cultura sul benessere psico-fisico della persona siano rilevanti, tra gli obiettivi di Dedalo anche misurare gli effetti della partecipazione alla vita culturale come risvolto positivo sulla salute.

L'Assessore alle Politiche Sociali Ketty Politi sottolinea come i periodi di chiusura e di restringimenti abbiano avuto effetti negativi su larga parte della popolazione, ma si rilevano ancor di più sulla popolazione anziana, che rischia con l'isolamento di criticizzare la propria situazione, pertanto è molto importante riprendere a fare attvità che coinvolgono ed includono anche i soggetti deboli".

Infine, il Dott. Alessandro Coppo, Responsabile del Progetto, ha spiegato come gli eventi punteranno sulla cultura quale portatrice di benessere e salute, i filoni saranno musica, letteratura e teatro. "Abbiamo coinvolto numerose realtà che operano sul territorio - spiega il Responsabile del Progetto - i musei Cittadini in primis, e abbiamo anche l'apporto della Compagnia di San Paolo, rientriamo, infatti, nella progettualità di Well Impact". Le attività dei diversi attori saranno condivise in un calendario, ed inoltre ci saranno anche attività studiate ad hoc.

Ad inaugurare la stagione, il 19 settembre alle ore 10.00, partirà Cammina con Dedalo, una camminata culturale gratuita con partenza davanti alla basilica di Sant’Andrea. La camminata sarà animata dagli operatori dei Musei di Vercelli e Varallo (www.muvv.it/it/) e dall’associazione TAM TAM teatro (iscrizioni tramite la mail di Dedalo o via whatsapp al numero 328/1503578),

Il 25 settembre alle 14.30 Dedalo sarà ospite del Festival Raccolti (ex Monastero San Pietro Martire a Vercelli) per presentare e discutere, finalmente dal vivo, le basi scientifiche del nostro programma.

Il 28 settembre al Teatro Civico di Vercelli si terrà il seminario La città che cura con la cultura, a cura di Well Impact della Compagnia di San Paolo, per incontrare ed ascoltare gli esperti del mondo della cultura e della salute che tratteggiano gli sviluppi delle nuove politiche di welfare, che includono anche il progetto Dedalo! Ripartiranno poi tutte le offerte di Dedalo per la salute e il benessere: i corsi, le conferenze, gli incontri, sperando ti poterli attuare tutti dal vivo.
Il calendario delle attività è disponibile sul sito www.progettodedalo.net oppure con la newsletter settimanale (iscrizioni all’indirizzo progetto.dedalo@aslvc.piemonte.it).

A settembre il progetto sarà implementato con una nuova articolazione, Dedalo “vola” con la cultura per la salute! Da quest’anno molte nuove proposte avranno come denominatore comune la cultura. Insieme al Comune di Vercelli, all’Asl VC e a UPO, ma anche insieme ai Musei di Vercelli e Varallo, alle Biblioteche, a gruppi musicali e teatrali, e con il supporto Compagnia di San Paolo (nell’ambito dell’iniziativa Well Impact), verranno esplorate le relazioni tra cultura e salute. L’intento è sviluppare a Vercelli un modello innovativo di welfare culturale in cui il mondo sanitario, culturale, amministrativo e della ricerca dialogano con l’intento comune aumentare e rendere più accessibili quelle attività creative e culturali che potrebbero agire in favore della salute, contribuendo a prevenire malattie croniche.

La nuova stagione di attività sarà dunque caratterizzata da proposte laboratoriali e pratiche di facile accessibilità e pensate per tutti i cittadini. Una serie di iniziative sarà realizzata direttamente in ospedale per permettere da una parte una maggiore fruibilità anche da parte dei pazienti e dei visitatori e dall’altra per associare sempre di più il contesto sanitario con l’ambito della cultura e del benessere. Il settore Politiche Sociali del Comune di Vercelli si occuperà di agevolare l’accesso a nuovi pubblici, mentre il Settore Cultura del Comune contribuirà alla realizzazione di un calendario di eventi per raggiungere diverse fasce di popolazione.
L’Università del Piemonte Orientale è responsabile della parte scientifica del progetto: oltre a contribuire a selezionare quelle attività che possono promuovere la salute, coordinerà un progetto di ricerca che ha l’obiettivo di misurare il loro impatto sul benessere e su altri aspetti della vita delle persone.

Per questo progetto di ricerca si cercano volontari: adulti da 40 a 74 anni che vogliono partecipare alle attività di Dedalo Vola e che siano disponibili a rispondere ad un questionario e a registrare le attività a cui parteciperanno. Chi fosse disponibile può scrivere all’indirizzo progetto.dedalo@aslvc.piemonte.it, mettendo c

Area tematica: