Anagrafe e certificati

CERTIFICATI

I certificati anagrafici scontano l’imposta di bollo (al valore corrente) tranne i casi di esenzione, mentre i certificati di stato civile (nascita, morte, matrimonio)sono esenti sia da imposta di bollo che da diritti di segreteria.

L’autocertificazione sostituisce i certificati  e consiste in una dichiarazione sottoscritta dal cittadino relativa a stati, qualità personali e fatti. La firma non deve essere più autenticata. solo la pubblica amministrazione ha l’obbligo di accettarla, riservandosi la possibilità di verifica dei dati dichiarati.

Con l’autocertificazione il cittadino può sostituire i sottoelencati certificati:

  • nascita (data e luogo di nascita)
  • residenza
  • cittadinanza
  • godimento dei diritti civili e politici
  • stato civile (celibe, coniugato, vedovo o stato libero)
  • stato di famiglia
  • esistenza in vita
  • iscrizione in albi (elenchi tenuti da Pubbliche Amministrazioni)
  • appartenenza a ordini professionali
  • titolo di studio
  • qualifica professionale
  • situazione reddituale o economica
  • stato di disoccupazione
  • qualità di pensionato, studente, di tutore, curatore e simili
  • tutte le situazioni relative all’adempimento degli obblighi militari
  • di non trovarsi in stato di liquidazione o fallimento

L’autocertificazione può essere sottoscritta dall’interessato:

  • in presenza del personale di sportello dell’ente richiedente
  • inviate tramite fax o servizio postale all’ente richiedente, con allegata fotocopia  di un documento d’identità valido(carta d’identità, passaporto, patente di guida, ecc.)

Le irregolarità o le omissioni emerse dal controllo delle autocertificazioni non costituenti falsità comportano la sospensione del procedimento fino a loro rettifica o integrazione; la non veridicità delle stesse causa l’immediato decadimento dei benefici conseguiti e l’applicazione delle sanzioni penali previste dalla legge.

Non è consentito sostituire mediante l’autocertificazione:

  • certificati medici, sanitari e veterinari
  • attestati di origine e conformità CEE
  • marchi e brevetti
Ultima modifica: 7 Giu 2017 - 13:36